martedì 2 ottobre 2007

SPÄTZLE DI SPINACI ALLA PANNA, FORMAGGI E PANCETTA


Ho un po' di ricettine salate in arretrato, spero non vi dispiaccia...
Gli spätzle sono dei gnocchetti di origine tirolese. Li mangio spesso in una birreria di Como, fatti con gli spinaci (ci sono anche normali solo di farina, o altri tipi che non ho mai provato): te li danno come accompagnamento allo stinco o ai medaglioni di maiale, fatti semplicemente con burro, salvia e prosciutto... mi sono sempre piaciuti molto! Quando ho trovato l'apposito attrezzo in Svizzera non ho potuto fare a meno di comprarlo!

Per il primo tentativo ho deciso di andare sul sicuro e li ho fatti con gli spinaci. Li ho conditi con un sughetto cremoso fatto di panna ai 4 formaggi (già pronta, non avevo abbastanza tempo per farla io) e pancetta. Davvero davvero buoni!

Per gli spätzle :
  • 300 g di spinaci già lessati
  • 200 g di farina
  • 3 uova
  • 3 cucchiai di latte
  • 1 cucchiaio scarso di olio
  • 1 presa di sale

Per il condimento
  • 1 confezione da 200 ml di panna ai 4 formaggi
  • 100 gr di pancetta affumicata a dadini
  • 1 cucchiaio scarso di olio
  • 1/2 cipolla tritata

Versare in una terrina la farina setacciata, unire le uova, il sale ed il latte. Mescolare bene ed incorporare gli spinaci finemente tritati. Lavorare gli ingredienti fino ad ottenere un impasto molto morbido. Versare l'impasto nell'apposito attrezzo per la preparazione degli spätzle e fare cadere gli gnocchetti direttamente in una pentola capiente con abbondante acqua salata già portata ad ebollizione (in mancanza dell'attrezzo specifico, potete raccogliere una piccola noce di impasto con un cucchiaino). Far cuocere gli spätzle fino a quando verranno a galla (circa 3 min). Nel frattempo scaldare l'olio e farvi soffriggere la cipolla. Aggiungere la pancetta e farla rosolare. Fare scaldare la panna da cucina ai 4 formaggi.
Scolare gli spätzle e condirli con la panna e la pancetta. Mescolare bene e servire.
Informazioni sugli Spätzle (fonte Wikipedia):
Gli spätzli (termine originario dal dialetto svevo che significa piccolo passero) sono gnocchetti di forma irregolare a base di farina di grano tenero, uova e acqua, originari della Germania meridionale, diffusissimi anche in Tirolo, Alsazia, Svizzera e Italia settentrionale, nonostante la loro partia per eccellenza sia la Svevia (la Germania del sud-ovest). A volte si usa la birra al posto dell'acqua.
Normalmente vengono serviti come contorno a piatti di cacciagione e carni ricche di intingolo, ma sono ottimi anche come primo piatto, gratinati, conditi con panna fresca o burro fuso.
Il metodo di preparazione degli Spatzle resta costante al di là delle tecniche di "taglio" e dagli ingredienti con i quali vengono composti: farina di frumento, farina integrale, spinaci, ricotta o erbe.
A seconda dei luoghi e delle forme, questo piatto prende il nome di knöpfle, spätzlâ, spatzâ, spätzli (Svizzera), spatzen o, in italiano, troffi.
Varianti:
  • Spatzle tagliati a mano: è un metodo che prevede la breve immersione di una tavoletta di legno (tagliere) in acqua calda: gli Spatzle vengono tagliati uno per uno mediante l'utilizzo di un coltello o di un cucchiaio. A questo scopo c'è bisogno di una tavoletta che abbia una estremità più stretta.
  • Knopfli: si distinguono dagli Spatzle tagliati a mano per la caratteristica forma a goccia. Per ottenerli si utilizza uno strumento simile ad una grattuggia contraddistinto da una superficie piena di fori (Spatzlhobel). La pasta viene fatta passare dai fori ed è subito tagliata, in modo che non si allunghi troppo. Si formano così delle "gocce" che cadono nell'acqua bollente.
  • Spatzle pressati: la pasta viene "spremuta" nell'acqua mediante uno strumento che ricorda lo schiacciapatate: in questo modo si ottiene una pasta filiforme e allungata.

Alex (grazie cara!) mi ha cortesemente fornito il collegamento ad un video di You Tube in cui sono fatti a mano con un tagliere (anche se così mi sembra un po' un casotto, piuttosto allora userei uno schiacciapatate o li farei un po' più grossini con un cucchiaino). Ne ho trovato un'altro un cui un ragazzo mostra invece come funziona con l'attrezzo (anche se il mio aggeggio è più comodo).

29 commenti:

elisa ha detto...

Gli spätzli li ho visti fare una volta in tv e poi li ho trovati su diverse riviste di cucina..ma secondo te se non si ha l'aggeggio per farli si può ovviare sostituendolo con una grattuggia per il formaggio? Quel coso è introvabile!
Bravissima come sempre!!

Antaress ha detto...

Ma dai...io li adoro!! Però di solito li prendo già fatti all'Esselunga, sono piuttosto buoni.. Finchè non trovo l'attrezzo adatto mi dovrò limitare a quelli ;)

graziella ha detto...

Adoro gli spatzle, come tutta la cucina di quelle parti!
Nel negozio sotto casa ho trovato l'aggegino a poco più di dieci euro! Elisa, Antaress se interessa fate un fischio!

Gata ha detto...

Bellissimi, e questi? me li ero persi. Riguardo il latte di soia credo che in alcune preparazioni sia indicato, specie nei dolci, poi io mi sono abituata e lo bevo anche la mattina, però in certe altre proprio no, hai ragione. Un bacione. Vivi

nightfairy ha detto...

Li adoro, me li faccio sempre al gorgonzola..tutti colanti!una goduria :-p I tuoi sono perfetti!

AmmaNaria ha detto...

Mi unisco ad Elisa, perchè quello strumento è introvabile!!
E comunque devono essere troppo buoni, soprattutto in questo periodo di giornate tiepide, ne viene la voglia!!! :)
Ma, da cosa deriva il nome se tu lo sai? Di che origine sono?
Anna

Excalibur ha detto...

Mamma mia quanto sono appetitosi!Devono essere ottimi!

Alex e Mari ha detto...

Ahhh, ho comprato un aggeggino simile proprio l'altro giorno!! Il mio è uno schiacciapatate con diverse matrici e si può usare anche per gli Spätzle! Il metodo tradizionale per fare gli Spätzle non prevede nessun aggeggino, eccetto un tagliere lungo di legno sul quale si spalma l'impasto e con una spatolina o il dorso del coltello si fanno scivolare - uno a uno - gli Spätzle nell'acqua bollente. È un lavoraccio!!
Qui potete vedere un video su youtube: spätzle

I tuoi sono bellissimi! Non li ho mai provati con gli spinaci, mi hai dato un'idea :-)
Un abbraccio, Alex

Roxy ha detto...

Mi piacciono molto gli spatzle agli spinaci: non ho maoi provato a farli, li compro già fatti e li condisco con un intingolo di panna, pomodoro e speck.....una goduria! Proverò a farli a mano seguendo la tua ricetta! Baci

Lalla ha detto...

buoniiiiiiii
io adoro tutti questi piatti tipici regionaliiiii.... troverò un modo per farli senza l aggegino adatto... uffa ufffa qua nn si trova mai nulla!!!
baci baci lalla

Dolcetto ha detto...

Ely non usare la grattuggia per il formaggio perchè non credo proprio vada bene, ha i buchi troppo piccoli. Piuttosto starei sullo schiacciapatate. Ti consiglio, se li vuoi provare, di usare un cucchiaino, girandolo al contrario e staccando un pezzetto di pasta per volta dal bordo dell'impasto mettendolo su un tagliere...
Comunque se vuoi l'attrezzino basta chiedere eh, sabato dovrei andare proprio dove l'ho comprato... senza complimenti!
Ho aggiunto un pezzetto al post con qualche info in più, grazie anche al commento di Alex più sotto.
Un baciotto

Antaress mi sa che devo imparare a fare la spesa all'Esselunga! Non ci vado mai, ma noto che ci sono tante cose che negli altri supermercati non trovo! Bè ormai devo ammortizzare l'attrezzino, altrimenti rimediavo con quelli pronti... io non sono molto da pasta fatta in casa...
Buona giornata!

Graziella in effetti anch'io l'ho pagato poco, mi pare costasse sui 18 - 19 franchi svizzeri, quindi più o meno 11 - 12 euro... Devo dire poco, per portare un po' di tirolo a casa...

Sì vivi, nei dolci va sicuramente benissimo, ma nel salato mica tanto... Un bacione

Nightfairy devono essere squisiti al gorgonzola! E' un formaggio che adoro, purtroppo però il moroso, nonostante mangerebbe formaggio anche a colazione, il zola è l'unico che non riesce proprio a mandar giù... lo posso solo mischiare con altri...

Anna la proposta che ho fatto ad Elisa vale anche per te: se vuoi te lo compro e te lo invio, senza problemi! Grazie al tuo commento ho raccolto qualche info che ho messo in fondo al post, trovi lì le risposte ai tuoi quesiti.
Un abbraccio

Sì excalibur, a me piacciono davvero tanto, anche se mi piacciono ancor di più quando li mangio belli pronti al ristorante...! ;o)

Hai ragione Alex, è proprio un lavoraccio, senza aggeggino non credo li farei... Io invece li ho sempre provati solo con gli spinaci, tu come li fai? Con la farina normale?
Grazie per il video, l'ho già messo nel post.
Un baciotto

Ma porca miseria ho le fette di salame sugli occhi quando vado a far la spesa??!! Solo io non li ho mai trovati e mi sono comprata l'attrezzino come una scema? Roxy li prendi anche tu all'Esselunga? Mannaggia!!!

Lalla nelle tue zone ci sono di quelle specialità regionali da leccarsi i baffi!!! Non hai nulla da invidiare, ma solo da farti invidiare!!! Spero comunque che saranno di tuo gradimento.
Baci baci

AmmaNaria ha detto...

Sempre gentile ;) Tranquilla Dolcetto, per ora provo a trovare qualche idea per aiutarmi a farli, non preoccuparti :)
Grazie mille per le informazioni e per la tua disponibilità incredibile ;)
Anna

Cuocapercaso ha detto...

Ciao Stefy, anche io faccio gli spatzle agli spinaci, ma con crema di latte e zafferano! buonissimi, mi hai fatto venire voglia!!
bacioni
Grazia

Dolcetto ha detto...

Ma figurati Anna! Per così poco!
Buona serata!

Mmmm Grazia... crema di latte e zafferano??!!! Devono essere buonissimi! Anche come condimento agli gnocchi di patate! La prossima volta che li fai li posti? Così mi tengo la ricetta...
Un abbraccio

fabdo ha detto...

Un'altra cosa nuova per me! Non avevo mai sentito parlare di spätzle.
E' questo che mi piace tanto...conoscere, conoscere, imparare! ^_=
Mi sembrano buonissimi e poi sono pacioccosi da vedere! ^_^
Vado a vedere il video...
Grazie!!!

^.^

mamma3 ha detto...

Fra un pò dovrai cambiare il nome del tuo blog! scherzo va benissimo anche così, poi per me gli spatzle hanno un significato importante ricordando la mia vita da single!

quasimamma ha detto...

come forma assomigliano ai passatelli che ho mangiato in romagna, solo che questi sono con gli spinaci, mentre i passatelli sono con la farina e vengono cotti in brodo.. ricordi di vacanze..

Roxy ha detto...

Eeeehhhh già, li compro anch'io all'esselunga.....reparto pasdta fresca (vicino ai latticini)! baci

la nanna ha detto...

Mammamia che goduria quel piattone di spätzle! Sto sbavando :-d°°°°°

Dolcetto ha detto...

Fabdo anch'io ogni giorno grazie alla blogosfera imparo cose nuove, è la cosa che mi piace di più!
Questi gnocchetti sono davvero buoni, a me piacciono molto, e poi sono abbastanza veloci da fare.
Un bacione

Mamma3 il problema è che non riesco a postare dolci quasi tutti i giorni, quindi ogni tanto intervallo con il salato...
Ah gli spätzle ti ricordano quando eri single.... cosa combinavi furbacchiona!!!
Ciao, buona giornata

Quasimamma non ho mai provato i passatelli... io adoro la pasta fresca come trofie, strozzapreti, cavatelli.... mi sa che mi piacerebbero anche i passatelli... poi in romagna la pasta fresca è insuperabile!

Ecco appunto roxy! A saperlo risparmiavo tempo e soldi! Va bè, almeno c'è la soddisfazione...
Un abbraccio

La nanna li hai già mangiati? Sono davvero una goduria!

Wendy74 ha detto...

Ciao!
Un mese fa ho finalmente trovato l'aggeggio per fare questi benedetti spatzle (era da piu di un anno che lo cercavo!)... ma ancora non ho avuto il coraggio di farli!
Ma leggendo la tua ricetta mi sono decisa a provare e sarà il menù di uno dei prossimo giorni!
A proposito della ricetta e di altri argomenti trattati qui sopra avrei qualche domanda da fare... 1) quelle dosi, per quante persone sono?
2) ho letto di crema di latte e zafferano... ma cos'è la crema dilatte??? Panna fresca o altro?
Anche a me interessa la ricetta!!! Slurp!
3) Per la cronaca... i passatelli si possono fare anche asciutti (e anche agli spinaci volendo) e sono strabuoni!! Parola di marchigiana!! Non vi dico poi cosa sono al tartufo...
Ciaooo!!

val ha detto...

Slurp, buoni! Ma lo sai che per il weekend vado in Alto Adige?? Visto che mi hai fatto venire voglia di spatzle, almeno là potrò sfogarmi! ;-)

Dolcetto ha detto...

Ciao Wendy!
1)Questi ingredienti sono per 3 - 4 persone, dipende se fai solo il primo o se c'è qualcos'altro...
2)Non ho mai ben capito cosa fosse la crema di latte, io ho sempre pensato fosse la panna... Grazia aiutaci tu!
3)per la cronaca.... li voglio mangiare anch'io!!!! Ci credo che sono strabuoni! Non ti dico la fame che mi è venuta (tieni presente l'ora...!) al solo pensiero!
A presto, buona giornata e buon appe

Val che invidia!!! Potrai mangiare quelli fatti come si deve!!! Insieme a tutto il resto della cucina dell'Alto Adige che è davvero sublime!

Cuocapercaso ha detto...

Ok Stefy, sarà fatto, promesso!
ciao ciao

Grazia

Saffron ha detto...

Grazie della ricetta!
Sai li ho mangiati in un ristorante qui a roma qualche mese fa e mi sono sempre ripromessa di "riprodurli" a casa! ...appena ricomincerò a cucinare mi cimenterò!

vale ha detto...

..Questo è uno dei miei piatti preferiti! Grande..io di solito li accompagno con un sughetto di panna e speck..e se ci sono anche funghi champignon..(specie quelli di roxy)..sono da provare anche cosi però!baci vale

CoCo ha detto...

Ho mangiato una roba simile in Alto Adige...li adoro e devo comprare quell'attrezzo assolutamente

Dolcetto ha detto...

Grazie cuocapercaso!

Bene Saffron, spero saranno di tuo gradimento!
Un bacione

Vale anch'io li ho mangiati una volta con panna e speck (senza funghi però) ed erano davvero buonissimi!
Un abbraccio

Coco se non lo trovi fammi sapere che te lo spedisco!

Anonimo ha detto...

Io li adoro gli spätzle e li faccio moltissimo, sposata con un tedesco...insomma è ovvio! sono anche l'accompagnamento ideale per il famoso gulash. Comunque l'aggeggio l'ho trovato in uno dei miei viaggi in Germania ed è bellissimo perchè è di acciaio tedesco e non si arruginisce come fanno quelli di certe mie amiche che sono chinesi ;=).
Ma prima di comperarlo li ho fatti anche benissimo con un tagliere o tavoletta piccola (meglio di legno) da cucina,ideale se ha un manico, i ha insegnato un'amica svizzera, si butta un po di pastella sopra e con un coltello e mantenendo la tavoletta sopra la pentola con l'acqua già in ebollizione leggera, si va tagliando a striscioline la pasta
lo spessore lo fate a piacere, e gettandole poi scivolando dentro la pentola ed ogni tanto si bagna il coltello per non farle attaccare troppo...insomma se provate penso che ce la farete...
auguri...e grazie della ricetta Dolcetto.