lunedì 7 gennaio 2008

CROSTATA CON FROLLA ALLO YOGURT E COMPOSTA GIOVANNA

2007-12-08_12-49-21

2007-12-08_12-47-35

Giovanna è stata gentilissima: prima di Natale ha soddisfatto il mio desiderio di assaggiare la sua composta di mele, uvette e pinoli e me ne ha spedito un bel vasetto. Era a dir poco deliziosa!!!! Ne ho voluto tenere da parte un po’ per fare questa crostata, anche se con molta fatica perché me la sarei mangiata tutta a cucchiaiate.
Mi è piaciuta talmente tanto che l’ho provata a rifare io, sia da tenere a casa che da regalare a Natale……
GRAZIE GIOVANNA!!!!!! SEI STATA UNA TESORA!


Ingredienti per la base (è probabile che avanzi un pochino di pasta, con la quale potete farci qualche biscottino):
  • 140 gr di yogurt alle mele o, in mancanza di albicocche o pesche (io ho usato uno yogurt allo strudel!!! Pazzesco vero? Era buonissimo!)
  • 1 uovo
  • 180 gr di zucchero
  • 40 gr di burro fuso
  • 1 bustina di vanillina
  • 2 cucchiaini di lievito
  • 1 cucchiaino scarso di cannella, se piace
  • 420 gr di farina
Per la composta vi riporto alla ricetta di Giovanna, io l’ho fatta praticamente uguale, ho solo ridotto un pochino lo zucchero (io l’ho fatta con: 2,5 kg di mele gialle– pesate sbucciate e senza torsolo, 1 Kg di zucchero, 1 cucchiaio di succo di limone, 250 gr di uvette ammollate in acqua calda e ben scolate, 150 gr di pinoli, 1 cucchiaio scarso di cannella). L’ho fatta due volte: la prima senza e la seconda con la cannella…. Dovendole regalare e sapendo che non a tutti piace questa spezia ho preferito evitare lamentele… Personalmente ho requisito un bel po’ di barattoli con la cannella perché mi piace un sacco! Riporto in fondo qualche informazione in più per chi, come me, è alle prime armi con le conserve, soprattutto in fatto di sterilizzazione…


Preparare la pasta: lavorare con le fruste elettriche o con il mixer uovo, burro fuso e zucchero. Unire lo yogurt, la vanillina, la cannella ed infine la farina setacciata con il lievito. Proseguire la lavorazione a mano fino ad ottenere una pasta un po’ più morbida della frolla. Lasciarla riposare mezz’oretta nel frigorifero avvolta nella pellicola e poi stenderla in una sfoglia di un 6 – 7 mm con la quale si andrà poi a rivestire una tortiera (a cerchio apribile o di quelle basse in alluminio) imburrata ed infarinata. Riempire con la composta di mele, decorare a piacere con la pasta avanzata ed infornare a 170° per circa 35 min.



2007-12-24_14-43-00


2007-12-24_14-44-15

NOTE sulla composta:

  1. per la preparazione bisogna tagliare le mele in 4 parti e metterle in padella con lo zucchero, cocendole a bassa temperatura fino a che si ammorbidiscono. Io, al posto di farle ammorbidire in pentola, le ho tagliate a pezzettini e le ho messe 6 – 7 min nel micro alla massima potenza, coperte con la pellicola. La prima volta ho aggiunto anche lo zucchero, la seconda volta no… è uguale. Poi ho versato le mele, già in gran parte cotte, nella pentola, che deve essere bella capiente, ho aggiunto lo zucchero se non l’avevo già messo nella cottura al micro, e le ho frullate con il mixer ad immersione. Ho messo la pentola sul fuoco e l’ho portata ed ebollizione, mescolando spesso. Poi ho lasciato cuocere a fuoco basso per una ventina di minuti, sempre mescolando. Ho aggiunto pinoli e uvette ben scolate e ho continuato la cottura per più di un’ora, mescolando ogni tanto. Giovanna indica una cottura molto inferiore, credo perché, facendo bollire ancora la marmellata con la sterilizzazione, si rassoda da sola. Nel timore e nell’ignoranza ho lasciato cuocere di più fino a quando ho visto che tutta l’acqua veniva assorbita.
  2. Come quantità di zucchero vi consiglio di assaggiare la purea di mele frullata, così potrete avere un’idea della giusta dolcezza, aggiungendo eventualmente dell’altro zucchero (tenete conto che di solito calda sembra un filo più dolce che fredda, almeno a me)
  3. Per la sterilizzazione ci sono in giro tante versioni: chi scalda i vasetti prima in forno a bassa temperatura per 10 min circa e poi li riempie con la marmellata calda, girandoli sottosopra fino a raffreddamento, chi fa bollire i vasi sia prima che dopo…. Io tra tutte le cose che ho letto ho fatto quello che diceva Giovanna, così sono andata sul sicuro. Tra l’altro è anche quanto indicato sui coperchi della Bormioli: ho lavato per bene tutti i vasetti ed i coperchi (anche se nuovi) con acqua calda, li ho asciugati, li ho riempiti con la composta ancora bollente lasciando 1,5 cm circa di bordo libero, ho chiuso bene i coperchi, li ho avvolti in qualche foglio di giornale e li ho messi in un paio di capienti pentole, riempiendole di acqua bollente fino a superare i barattoli di un paio di cm. Potete anche usare, al posto dei giornali, un asciugamano da mettere sul fondo e da far passare con qualche piega tra i barattoli. Ho messo la pentola sul fuoco, ho portato l’acqua ad ebollizione e poi ho lasciato bollire i barattoli per una quarantina di minuti. Ho spento, li ho lasciati raffreddare nella loro acqua e poi ho controllato che la capsula di sicurezza dei coperchi fosse abbassata. Così non ho avuto problemi e sono stata abbastanza tranquilla a regalarli: si conserveranno per un anno circa, una volta aperti dureranno in frigorifero per una ventina di giorni.
    Se non fate in tempo a mettere a bollire i barattoli quando sono ancora caldi consiglio di girarli a testa in giù facendoli raffreddare e poi fare l’operazione quando potete, nello stesso modo sopra descritto, ma mettendo acqua fredda o tiepida, non calda per evitare che il vetro si rompa.
    In tutta sincerità se non li avessi fatti per altri ma per me, conoscendo la rapidità di consumazione a casa mia, penso che avrei lavato bene tutti i barattoli, al massimo messi 10 min in forno, e poi li avrei semplicemente riempiti di composta bollente e girati a testa in giù… Non saranno ben sterilizzati ma se si consumano nel giro di un paio di mesi come a casa mia non credo possano dare problemi.

29 commenti:

stelladisale ha detto...

bellissimi questi vasetti, la composta di giovanna l'avevo vista anche io e poi mi sono distratta e non l'ho più fatta...
bacioni

Dolceviola ha detto...

Complimenti per la crostata e per questi bellissimi vasetti di composta!!!
Baci

elisa ha detto...

ma che belli Stefy..anche a me aveva incuriosito la composta di Giovanna..sei stata brava a riprodurla, e poi le tue confezioni natalizie sono meravigliose (ne so qualcosa, ih ih)..se passi da me c'è qualche fotina di london..

Roxy ha detto...

avevo visto anch'io la composta di Giovanna sul suo blog e mi era proprio venuta la tentazione di farla, ma poi tra una cosa e l'altra non ce l'ho fatta! mi sa che in questo guscio di pasta frolla è la morte sua.......Baci!

myhoneysun ha detto...

mamma mia, dev'essere 1 bontà!! mi piace l'idea dello yogurt nella pastafrolla (non amo molto usare il burro). anche la marmellata dev'essere deliziosa. mia zia la fa spesso con qualsiasi tipo di frutta. x sterilizzare lei mette vasetti e coperchi in forno x pochi minuti, poi li riempe con la marmellata bollente e li fa raffreddare a testa in giù avvolti in 1 coperta. saranno almeno 30 anni che segue quetso metodo e non abbiamo mai avuto problemi!

graziella ha detto...

Siete deliziose in tutti i sensi!
Tutte e due!
Questi vasetti fanno davvero venire voglia di andarci giù di cucchiaino!

Dolcetto ha detto...

Provala Stella, merita davvero!!

Grazie Dolceviola, un bacione

Le ho appena viste Ely cara: che invidia!!! Baci baci

Myhoneysun mi sa che la prossima volta faccio anch'io così: ho perso più tempo a sterilizzare i vasetti che a fare la composta!!!

Non me ne parlare graziella!!! Finisco per mangiarne mezzo vasetto tutte le sere!!!

CoCò ha detto...

Questa composta dev'essere eccezionale ed i tuoi vasetti sono veramente spiritosi

Geillis ha detto...

annotata sia la composta che la crostata, da provare assolutamente!

val ha detto...

Innanzitutto felice anno nuovo,carissima Dolcetto!
Ora che sono tornata a pieno regime in ufficio potrò sbirciare le tue meraviglie più spesso!

Giovanna ha detto...

chissa come si è emozionata la mia composta a farsi fotografare da qualcuno che non è la sua mamma ;)
sicuramente non quanto me :)
1)la pasta frolla com lo yogurt mi piace moltissimo
2) le tue spiegazioni sulla sterilizzazione dei vasetti sono chiare ed utilissime
3) i tuoi vasetti sono proprio belli
Baci baci

Daniela ha detto...

Complimenti per il tuo blog e le ricette che sono molto particolari.
Ti metterò tra i miei preferiti.

lenny ha detto...

La frolla con lo yogurt è una grande novità che mi piacerebbe sperimentare non appena riprenderò la produzione di yogurt.
La composta deve essere superba e così anche la crostata: slurp!

Dolcetto ha detto...

Sì Cocò, la composta è davvero buona e va bene in ogni momento della giornata... Grazie e buona giornata!!

Geillis vedrai che ne rimmarrai soddisfatta!!

Cara Val auguroni per uno strabiliante 2008 anche a te!
Dopo passo a salutarti...

Giovanna mi sono emozionata molto più io a fotografare la tua composta!!! Ancora grazie di cuore, non hai idea del piacere che mi hai fatto!! Un bacione

Grazie Daniela, sei davvero gentile!!
A presto allora, buona giornata

Lenny io è un paio di mesi che la faccio spesso con lo yogurt e mi sono sempre trovata bene, rimane più leggera ma comunque ottima.
Un bacione

anna ha detto...

Ma che bontà e poi la frolla con lo yogurt è davvero una novità.Volevo sapere che mele hai usato per la marmellata? Grazie baci

anna ha detto...

Dimenticavo i vasetti sono bellissimi...aribaci.

Dolcetto ha detto...

Anna hai ragione non l'ho specificato: ho usato le Golden, quelle gialle... ora lo indico anche nel post.
Baci baci

giulia ha detto...

Avevo già fatto i complimenti a Giovanna per la composta, e quindi sono d'obbligo anche a te!!! Belli i vasetti da regalare ;) e ottima la crostata!!!!
Un bacione giulia

Aiuolik ha detto...

Queste amicizie tra food-blogger mi piacciono proprio!!!

Ciaoo,
Aiuolik

adina ha detto...

che bellini tutti sti vasetti... io non mi son mai messa con le marmellate! mi sa che dovrò rimediare. ma vado a fasi.. adesso sono in panificazione. :-)

Cuocapercaso ha detto...

Deve essere eccezionale questa composta! da provare!
nella crostata poi è l'ideale mi sembra!!

ciao

Grazia

mamma3 ha detto...

Eccomi! Ce l'ho fatta a ricavarmi un pò di tempo per venirti a trovare..giornatacce!! Questa crostata deve essere deliziosa, ma mi piacciono molto i tuoi vasetti, sei proprio un'artista! Con affetto Elga

Dolcetto ha detto...

Grazie Giulia, buona giornata!

Anche a me Aiuolik, stanno diventando ogni giorno più preziose!! Ciao!

Adina anch'io sono in fase panificazione/prodotti lievitati, mi sa che passerò da te per qualche ideuzza nuova...

Sì Grazia, in effetti con questa composta in un batter d'occhio viene fuori una signora crostata...
Baci

Elga sei sempre una tesora! Grazie di cuore ed un abbraccio

Gata ha detto...

Che bella idea Stefy. Da copiace decisamente. Ciao.vi

Dolcetto ha detto...

Vivi cara non è stata realmente apprezzata da molti, credo che la gente non si renda conto del lavoro che c'è dietro questi vasetti... Bè, comunque la soddisfazione mia rimane e la composta è davvero buona...
Basotti

Thenosycook ha detto...

Complimenti, la tua crostata sembra proprio buona!
Questa frolla mi incuriosisce proprio, una curiosità sulla consistenza, immmagino sia un po' più morbida della frolla, o no?
Ho a casa una composta di cachi e vincotto che mi sembra si presti benissimo per riempire la crostatina, ancora non mi azzardo a provare a fare marmellatine da sola, sono troppo pasticciona...
Greta

Dolcetto ha detto...

Greta in effetti la pasta fatta con lo yogurt rimane un pochino più morbida della frolla, meno friabile data la mancanza del burro e più leggera come consistenza. Io ho aggiunto un po' di lievito, forse senza lievito rimane più compatta e più dura...
Mi interessa molto la tua composta, è molto particolare, non vedo l'ora di vedere come ti uscirà la crostata, mi raccomando, pubblica la foto!
Secondo me puoi comunque metterti a fare la marmellata, è davvero facile, ci vuole solo un po' di pazienza...
A presto!

Anonimo ha detto...

sandra
Io prendo quelli al cioccolato!!! Un paio di etti,grazie!!!
Bacioni e buon week end,stefy!!
Mi raccomando stendi la suocera,ehehehe!

Dolcetto ha detto...

Ci provo Sandra!!! Spero di fare bella figura, con la tua ricetta il successo dovrebbe essere assicurato se non combino qualche pasticcio!!
Ancora buon fine settimana...