mercoledì 9 gennaio 2008

BISCOTTI ALLE GOCCE DI CIOCCOLATO / UVETTE

2007-12-16_14-05-30

2007-12-16_14-07-55

Questi sono tra i primi biscotti che ho fatto quando ho iniziato a capire quanto mi piacesse sfornare dolci…. Li facevo così oppure con le nocciole. Una volta ci mettevo più burro e forse rimanevano ancor più buoni, ma questa volta ho cercato di non esagerare troppo…

Ingredienti:
  • 125 gr di burro
  • 180 gr di zucchero
  • 1 tuorlo
  • 1 uovo intero
  • 1 pizzico di sale
  • 1 bustina di zucchero vanigliato
  • 1 cucchiaino di lievito
  • 2 cucchiai di latte
  • 380 gr di farina 00
  • 100 gr di gocce di cioccolato oppure 150 gr di uvette ammollate in acqua calda

2007-12-16_14-05-08

Ammorbidire il burro vicino ad una fonte di calore (va benissimo per 15 sec al micro). Amalgamarlo con lo zucchero e poi con il tuorlo e l’uovo, unire il sale, lo zucchero vanigliato ed il latte. Incorporare la farina setacciata con il lievito e le gocce di cioccolato o le uvette ben scolate. Proseguire la lavorazione a mano impastando fino ad ottenere un impasto simile alla frolla. Avvolgerlo nella pellicola e lasciarlo riposare in frigorifero per mezz’oretta.
Stendere la pasta (tra due fogli di carta da forno) in una sfoglia di mezzo centimetro circa e ritagliare le forme scelte. Depositarle sulla teglia rivestita di carta da forno ed infornare a 170° per 10 – 12 min.

13 commenti:

graziella ha detto...

Non sei ancora stanca di biscotti dopo questo natale?
Bene! Neanche io!
:-)

ila ha detto...

credo di aver trovato il mio habitat naturale! A parte gli scherzi complimenti per il blog ma soprattutto per le tue creaturine dolci! Non potendoti scrivere una mail poichè non ho trovato un contatto, ti lascio un commentino qui..anche io sono appassionata di dolci, torte, biscotti e affini..a farli e a mangiarli e forse proprio x questo non ne faccio molti eheh. Il natale per me non è Natale senza i gingerbread (di cui ho messo la foto sul mio blog..ma non sono così felici come i tuoi..uffz)!!!Immagina poi la curiosità nel sapere che sei di Como ed hai 26 anni..come me! Bhe ora basta giri di parole..ho trovato il tuo blog perchè stavo cercando la ricetta della torta alla melassa londinese ovvero la Treacle Tart..tu ne hai mai sentito parlare? Online non trovo granchè!
Ciao ciao!

Magie Vegan ha detto...

Belli anche questi, non c'è che dire! Ma io non riesco ancora a spiegarmi una cosa...come fate a far sparire tutti questi dolci? In casa mia rimarrebberò lì per settimane...per finire mezzo panettone solitamente ci vogliono almeno 10 giorni! Così non posso neanche fare dolci spesso se no nessuno li mangia...! Voi li mangiate a colazione, a merenda, dopo pranzo...quando?! per capire!! =D

Dolcetto ha detto...

Graziella in effetti sono ancora i biscotti di Natale... ne avevo fatti diversi tipi da regalare e ne ho ancora un paio da postare...

Ila è un vero piacere conoscerti!! Grazie tante per i complimenti sei davvero gentilissima! Ho visto la foto dei tuoi Gingerbread ed erano davvero belli, oltre che sicuramente buoni! Non conoscevo la treacle tart, ma da quanto ho visto in internet nei siti inglesi credo proprio di avere a casa la ricetta. Nel frattempo in internet ho trovato questa:

Ingredienti:

1 confezione di pasta frolla
2 tazze di melassa
1 tazza e 1/2 di briciole di pane bianco fresco
1 cucchiaio di burro sciolto
1 cucchiaio di succo di limone

A piacere puo' essere arricchita con:
3 tuorli
1 bustina di vanillina
2 cucchiai di panna da montare


Procedimento:

Mescolare la melassa, il burro, le briciole e il succo di limone. Quaindi, a piacere, aggiungere i tuorli, la vanillina e la panna. Amalagamare bene. Ungere una teglia rotonda con burro, spolverare di farina, foderare con la pasta frolla, avanzandone un poco da cui ritglierete delle striscioline da incrociare sulla superfice della torta. Versare il composto e sistemarvi sopra le striscioline di pasta spennellate con un po' di latte. Infornare a 350° per i primi dieci minuti, quindi abbassare a 300° e procedere per un'altra mezz'ora, finche' il composto non solidifica leggermente e la frolla e' cotta e croccante. Servire con panna montata.

Provo a vedere com'è la ricetta che ho su un libro a casa e poi ti faccio sapere, così puoi scegliere...
A presto allora!!!


Ery in effetti sta diventando un problema anche a casa mi finire i dolci... ho finito ieri sera quelli che ho fatto sabato... anche se faccio quantità industriali, quindi sono in effetti esagerata. Però devo dire che a casa mia un panettone dura al massimo due giorni, quindi credo che lo smaltimento sia comunque più veloce... Quando proprio sono nel panico perchè faccio troppi dolci finisco per regalarne qualcuno...
Io di solito i dolci li mangio a colazione e dopo cena. Idem mia mamma. Mio papà ed il moroso non li assaggiano nemmeno, quindi sono tutti miei e di mamma da far fuori...
Non hai qualcuno a cui dare mezza torta quando la fai? Oppure diminuisci le dosi e fai dei muffin o un plum cake al posto della torta intera, così è più velcoe da smaltire...
A presto, buona giornata!

elisa ha detto...

tesoraaaaaaaaa...sono ammalata a casa..ma questi biscotti mi sembra di conoscerli!!!Buonissimi!Questa volta lo dico per certo!un bacione!

Aiuolik ha detto...

Anche io ho fatto i biscotti con le gocciole di cioccolato, prima o poi li pubblico :-)

Ciaooo,
Aiuolik

ila ha detto...

grazie mille per la risposta! anche io avevo trovato quella ricetta ma volevo giusto giusto controllare che fosse la vera treacle tart..e l'inglese non lo conosco cosi bene per poter tradurre una ricetta e verificare che sia quella..
eheh sai sono un po puntigliosa e vorrei fare proprio la tipica torta londinese! Nel frattempo aspetto di vedere se hai a casa la ricetta tu..intanto mi immergo nella rete armata di vocabolario!
Grazie ancora!

Dolcetto ha detto...

Oh la mia cara Ely! Mi dispiace che sei a casa ammalata, spero che si risolva tutto presto! Bè almeno ti sei ammalata ora che sei già stata a Londra... pensa se ti ammalavi prima: un disastro!!
Un abbraccione di buona guarigione!

Aiuolik sono curiosa di vederli!

Ok Ila, guardo a casa, anche se ho verificato quella ricetta con una in inglese che si intitolava Treacle Tart ed era molto simile. Un'altra invece, sempre in inglese, non metteva il pane... ho verificato però che nella maggior parte delle ricette che ho trovato come treacle tart c'era il pane. Vedo cosa ho a casa, spero di trovarla... anch'io quando faccio un dolce mi piace farlo originale. Ma tu l'hai mangiata a Londra?

fabdo ha detto...

Stefy, continuo a fare bookmark delle tue ricette! Sei una fonte inesauribile di dolcezza...e non solo da forno, ne sono sicura! ^_=

kusje ^.^

salsadisapa ha detto...

i biscotti non sono mai troppi: ma quant'è bello impiastricciarsi le mani col burro, sfornare e lasciare che la casa sia invasa da quel profumo divino???
è una gioia :-)
ciao!

Dolcetto ha detto...

Mia dolce fabdo sei sempre una tesora!!

Salsadisapa hai proprio ragione!! Anche se, da quando ho il blog, ho perso un po' il gusto dei biscotti: faccio i dolci una volta alla settimana e finisco sempre per fare almeno 3 ricette insieme... dato che il tempo scarseggia finisco sempre per fare tutto di corsa e quindi a ritagliare e cuocere i biscotti tra un impasto e l'altro... questo non mi permette di godermi la tranquillità del lavoro, ed è un peccato perchè è davvero molto rilassante!

k ha detto...

In effetti il burro non è molto, per cui si possono mangiare anche dopo le feste :-P Cmq, guardo l'indice delle ricette qui a lato e sono sempre + stupita! Ma quanti dolci inventi? brava! :-***

Dolcetto ha detto...

K da quando ho il blog cerco sempre di fare cose nuove... Se qualcuno mi chiede una semplice torta di mele finisco sempre per fargli qualcosa di diverso perchè la torta di mele sul blog c'è già... sarà malata??!!