mercoledì 23 gennaio 2008

PANE DI FARINA BIGIA E GRANO SARACENO CON SEMI E FIOCCHI D'AVENA (alla Alex!)


Grande Alex! Quando ho letto la sua ricetta del “pane di farro e grano saraceno ai mille semini” non potevo credere ai miei occhi. Un bel pane senza lievitazione!! Dovevo assolutamente provarlo, anche perché in settimana non faccio mai il pane perché non ho il tempo materiale per impastarlo, lasciarlo lievitare per un paio d'ore e poi cuocerlo… Quando ho visto la velocità di realizzazione di questo pane ho colto la palla al balzo!
Rispetto alla ricetta di Alex ho diminuito un po’ le dosi, ho sostituito la farina di farro, che non avevo, con la bigia (vedi nota in basso) e ho messo anche dentro i fiocchi d’avena… Se non avete la farina di farro né quella bigia va bene qualsiasi altra farina: integrale, di segale… Ho abbassato un po’ la temperatura perché avevo il timore, conoscendo il mio forno, che si bruciasse sotto e rimanesse crudo dentro.
Il pane rimane morbido dentro e con una crosta croccante fuori, davvero non male per il poco lavoro che mi ha dato. Scusate le brutte foto ma in casa, di sera, mezza al buio... la mia macchinina ha fatto quello che ha potuto... ;P
Grazie mille Alex, mi terrò cara questa ricetta!!

Ingredienti (per un plum-cake)
  • 150 gr di farina bigia
  • 150 gr di farina di grano saraceno
  • 100 gr di farina 00
  • 400 ml di acqua tiepida
  • 2 cucchiaini belli pieni di sale
  • 1,5 cucchiai di aceto (io ho usato quello di mele)
  • 1 cubetto da 25 gr di lievito di birra
  • 50 gr di semi misti (io ho usato semi di girasole, di lino, di zucca e di papavero)
  • 100 gr di fiocchi d’avena (integrali) più qualcuno extra per la base

Sciogliere il lievito di birra nell’acqua tiepida, unitamente al sale e all’aceto. Versare le farine in una capiente ciotola ed unirvi il lievito, i semi e i fiocchi d’avena, mescolando con una forchetta o un cucchiaio di legno, fino ad ottenere un composto omogeneo, abbastanza denso e appiccicoso.
Imburrare ed infarinare lo stampo da plum-cake, cospargere la base di fiocchi d’avena e versarvi dentro il composto a cucchiaiate, livellandolo (l’impasto deve raggiungere circa i 2/3 dell’altezza dello stampo). Infornare a freddo, accendendo il forno a 180°. Lasciare in forno per 1 ora e 20 / 30 min. Ho fatto anche un paio di mini-panini nelle formine dei muffin: per queste il tempo di cottura si aggira intorno ai 45 – 50 min.

Nota: la farina bigia è una normale farina di frumento che contiene ancora una parte di tegumenti esterni. Non so dove si possa trovare anche in Italia, probabilmente nei negozi specializzati…io la compro in Svizzera... E' davvero buona, lo usata un paio di volte anche per i dolci e mi ha soddisfatta molto...

27 commenti:

Roxy ha detto...

Anche io faccio pochissimo il pane proprio per i tempi che ci vorrebbero....ma da quando ho scoperto il pane senza impasto non ci sono più scuse! Anche il tuo però è da tenere in considerazione! Baci

Roxy ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
MissK ha detto...

Ha una bella "faccia"..da abbinare a qualcosa di rustico..tipo legumi o salumi particolari..buono

Anonimo ha detto...

posso farlo anche senza semi utlizzando farina integrale e di segale?

Anonimo ha detto...

posso farlo anche senza semi utlizzando farina integrale e di segale?

Mariluna ha detto...

Sto provando tutti i pani trovati nei blog,in particolare coi semi, questo sarà sulla tavola domenica prossima, lo trovo ottimo, poi senza lievitazione.... ciao a presto.

Mariluna ha detto...

Scusami, rieccomi, la farina che trovi in svizzera mi dici come si é chiamata, penso in francia sarà avrà lo stesso nome, altrimenti penso di nutilizzare una farina integrale biologica al posto, che ne dici? Grazie.

Dolcetto ha detto...

Roxy attirerebbe anche a me il pane senza impasto, ma per come sono fatta io non ho abbastanza pazienza per fare tutti quei passaggi!

Sì è vero missk, anche se io l'ho apprezzato particolarmente con la marmellata! Deformazione dolciaria!!

Sicuramente sì anonimo, tieni conto che questo pane qui l'ho fatto già tre settimane fa. Settimana scorsa ho usato la stessa ricetta proprio con farina di segale e bianca e anche quella è uscita bene (non l'ho ancora pubblicata, lo farò presto). Usa pure quindi quelle farine, togli i semi ma mi raccomando mantieni invariate le proporzioni, soprattutto usa l'aceto che credo sia fondamentale...

Ciao Mariluna, ti faccio sapere domani perchè so che c'è proprio scritto "farina bigia" ma provo a vedere sulla confezione se dà anche un nome francese. Nel caso non la trovi va benissimo quella integrale (o di farro, o di segale...). A domani, ciao ciao!

salsadisapa ha detto...

ecco lo sapevo.. adesso mi devo incasinare in giro x trovare 'sta farina... assolutamente!
pane meraviglioso.. chissà che profumo?!?!

elisa ha detto...

Ommammamia che bello!!Brutte foto?Tu sei pazza..dicono "mangiami mangiami!"
Un bacionissimo!

Anonimo ha detto...

secondo te il pane,sia questo che altri,posso preparare l'impasto alla sera e farlo cuocere al mattino dopo?

Aiuolik ha detto...

Beh...diciamo che sei partita da una fonte sicura! Questo pane deve essere davvero buono e in effetti anche noi durante la settimana lo prepariamo veramente di rado, questa potrebbe essere un'interessante soluzione!

Ciao,
Aiuolik

Fiorista Mariangela ha detto...

Ciao dolcetto volevo chiederti se hai fatto delle torte per sposi o le weeding cake. Mi servirebbe la ricetta e la foto per metterlo nel post degli sposi.
Grazie!

mamma3 ha detto...

Beh, che dire! E' bellissimo, salutare, ricco di fibre, assolutamente ideale in questo periodo di malanni! Belle anche le foto, Elga

Tatiana ha detto...

interessanti entrambe le versioni lo proverò appena rientro a casa dal tour di lavoro a giro per l'Italia :)))

arietta ha detto...

ha una bellissima cera :-Dpoi io adoro il pane integrale o multicereali e questo ai semi mi sembra un concentrato di salute!!
anche io lo vedo benissimo con del salume nostrano o abbinato a della marmellata artigianale!
Che fame!!

Alex e Mari ha detto...

Stefy, è bellissimo!!! Anche io avevo fatti i paninetti! Il mio rimane più duretto dentro, sarà la farina diversa? Questo pane lo preferisco appena sfornato con semplicemente un po' di burro! Una goduria. Sono contenta davvero che tu l'abbia provato! E poi è velocissimo, vero? Un abbraccione, Alex

Dolcienonsolo ha detto...

IO sono sicura che non la troverò mai la farina...
Francesca

Dolcetto ha detto...

Salsadisapa vuoi che te ne spedisco 1 kg? Non c'è problema eh! Comunque se non la trovi va bene anche la normale farina intagrale...

Ely rispetto a quelle fatte fuori le foto in casa con poca luce rendono molto meno...
Un basottone anch'io!

Anonimo temo di no, non per altro ma perchè essendoci il lievito di birra nella notte potrebbe lievitare e allora cambierebbe la cottura... la comodità di questo pane è che lo puoi impastare con una forchetta e mettere direttamente nel forno freddo, senza attendere il tempo della lievitazione. Se devi comunque lasciarlo lì una notte ti conviene fare un normale impasto da mettere a lievitare. Altrimenti perchè non provi a fare tutto al mattino? Tieni conto che ci vuole un attimo a fare l'impasto, 10 min al max! Puoi prepararti già tutti gli ingredienti pronti alla sera e al mattino devi solo dare una mescolata...

Aiuolik è vero, con Alex si va sul sicuro!! Io ho risolto il problema della "voglia di pane": nel fine settimana sono impegnata a fare dolci e a cucinare qualcosa di più impegnativo per i pasti, quindi non ho anche il tempo di fare il pane... ed in settimana arrivo troppo tardi alla sera... questa è la soluzione ideale!

Ciao Mariangela, non non ho mai fatto torte per sposi, a dir la verità non credo mi fiderei nemmeno a farle, non sono abbastanza brava ed il matrimonio è un giorno troppo importante... Per ora mi limito a compleanni, battesimi e feste... Ho fatto cose nuove, ma sono ancora in arretrato da postare...
Mi dispiace... Buona giornata!!

Elga in effetti mi sono sentita meno in colpa a mangiare pane e marmellata con questo pane al posto che con quello comprato... Cosa non si pensa per far tacere la coscienza ;P

Tatiana spero che il tuor non sia troppo impegnativo e che tu riesca a goderti un po' anche il viaggio!

Arietta anch'io amo di più i pani "rustici" rispetto a quelli bianchi... Probabilmente anche perchè cerco di mangiare poco pane e quello rustico me lo godo di più...


Verissimo cara Alex!! E' velocissimo ed il risultato è comunque ottimo!! Non parlarmi di quando è appena sfornato!! Me ne sono mangiata mezzo ancora caldo, molto più buono di quando raffredda... Non so dirti come mai è rimasto un po' più duro dentro, magari è davvero per la farina...
Grazie ancora per la preziosa ricetta!
Un bacione

Cannelle ha detto...

Passare da te non è mai tempo perso...

CoCò ha detto...

Strano l'aspetto grigio del pane ma dev'essere buono

Dolcetto ha detto...

Francesca come ho detto nel post si può usare una normale farina integrale o altra farina a scelta.

Sei molto gentile cannelle, grazie...

Cocò il "grigio" è dovuto più che altro alla qualità della foto, il colore era più sul beigino. In ogni caso la farina di grano saraceno è grigia!

Geillis ha detto...

Ciao Dolcetto, sono passata per dirti che ti ho nominata per un Award virtuale, sei uno dei blog che ho scelto per il You make my Day. Devi solamente passare da me a ritirarlo, se così si può dire.

Sally ha detto...

Anvedi che ricettina quasi quasi la provo nel week end, grazie come sempre per i tuoi manicaretti!!!
Un bacio grande

Anonimo ha detto...

sandra...untoccodizenzero
Una maga del pane ,sei!!! Strepitoso.. pensa che io mangerei solo pane di semi,integrale di soia etc etc.. ma il mio roberto non lo sopporta! :(
Brava!
Buon week!

Dolcetto ha detto...

Oh che onore!! Grazie mille Geillis!!

Sally spero che ne rimarrai soddisfatta anche tu!!
Buon w.e.!!

Dolcetto ha detto...

Idem Sandra! Anch'io adoro il pane "fuori dal comune" e... strano a dirsi... ma anche il mio roberto invece non è della stessa opinione!! Sarà colpa del nome?!!
Un bacione