mercoledì 13 giugno 2007

PANNA COTTA AL COCCO CON COULIS AL MELONE


Normalmente al venerdì sera esco sempre con il mio moroso e andiamo a divertirci... Siamo sempre usciti al sabato e alla domenica, ma nell'ultimo anno abbiamo aggiunto un'uscita speciale, "di coppia", al venerdì sera. Andiamo per locali, ogni tanto ne scopiriamo di nuovi, ma la maggior parte delle volte ci affidiamo a quelli che ci piacciono di più e che siamo certi ci faranno passare una bella serata... beviamo un paio di cocktail, facciamo due chiacchere che in settimana non si ha mai il tempo di fare, ci divertiamo a vedere quanto è pazzo il mondo e quanta gente strana c'è in giro, ascoltiamo musica e ogni tanto balliamo... Niente di speciale, ma ormai aspetto il venerdì con ansia: è il mio giorno preferito... Questa sera però il mio accompagnatore mi abbandona.... mi tradisce con il gruppo dei coscritti... sigh sigh...
Dato che non ho amiche con cui organizzare un'uscita divertente, per non cedere alla tristezza ho organizzato una serata all'insegna dei dolci.... Mi metto ai fornelli alle 21.30 e vado avanti ad oltranza.... pertanto preparatevi lunedì ad una bella botta di calorie!

Ma ora torniamo a noi. Sempre parlando del mio moroso, è moooolto raro che mi fa richieste di dolci: a lui piacciono soprattutto i semifreddi, i dolci al cucchiaio, i pan di spagna farciti con la frutta e tutto ciò che contenga delle mele... Per il resto snobba tutto... In ogni caso non è uno che apprezzi molto i dolci, quindi, quando qualche giorno fa mi ha chiesto una panna cotta, mi sono sentita in dovere di accontentarlo... So che sono girate tantissime ricette di panna cotta in questo periodo nei blog culinari e mi spiace dovervi propinare anche la mia, ma ormai l'ho fatta e mi dispiaceva non pubblicarla, quanto meno come salutino del venerdì...

L'ho preparata con la ricetta classica, aggiungendo però del cocco. L'ho servita con un coulis, se così si può chiamare visto che il mio era poco liquido, di melone, "rubato" alla cara francesca, che ringrazio per le sue sempre belle ricettine...

Chiedo scusa per la foto parecchio schifosetta e per la decorazione scadente, ma l'ho sformata, decorata e fotografata alle 2.30 ... di notte! Nel passaggio tra il divano ed il letto e cercando di mandare a casa il moroso mi è venuta la brillante idea di finire il dolce... Che voglia!



Ingredienti
(per 4 persone; io, giusto per interderci, ho usato una tazza da caffèlatte...)

200 ml di panna fresca
250 ml di latte
8 gr di colla di pesce
60 gr di zucchero
1 bustina di vanillina
3 cucchiai di cocco

Per la salsa al melone:
la polpa frullata di 1/3 di melone
3 cucchiai di zucchero
se troppo liquida: 1 cucchiaio di amido di mais o fecola


Ammollare la colla di pesce in acqua fredda. Portare ad ebollizione la panna, il latte, lo zucchero e la vanillina, mescolando. Una volta raggiunto il bollore aggiungere il cocco, mescolare per qualche secondo, spegnere ed incorporare la gelatina strizzata.
Versare nello stampo scelto, far raffreddare e porre in frigorifero a solidificare per 4 ore.
Nota: mentre la mia panna cotta si stava solidificando, ho notato che si formava una patina dura di cocco sulla superficie, forse anche perchè io ho usato una panna a lunga conservazione che è più grassa di quella fresca. Nel caso dovesse succedere anche a voi basterà "rompere la superficie" e mescolare questo "cocco condensato" con il resto del composto. Poi, non so per quale strano motivo, si indurirà nel modo corretto.

Praparare la salsa al melone: portare ad ebollizione la polpa del melone mescolata con lo zucchero. Fare bollire per qualche minuto, mescolando di tanto in tanto (assaggiatela perchè io l'ho fatta poco zuccherata per non farla nauseante, abbinata alla panna cotta). Se dovesse essere troppo molle aggiungere un cucchiaio scarso di maizena o fecola setacciata.
Nota: ho visto ora che francesca ha aggiunto anche un cucchiaio di mandarinetto, forse è per quello che la sua era più liquida. Se lo gradite potete aggiungerlo anche voi, oppure usare un cucchiaio di acqua.
Una volta solidificata la panna cotta, servirla accompagnata con un po' di salsa.


In tutta sincerità, sarà che a me la panna cotta non fa impazzire, non è che proprio sia diventata matta per questo dolce... Lo consiglio più che altro a chi ama il sapore del cocco, che si abbina bene con la panna...

Calorie per porzione: 340

10 commenti:

Francesca ha detto...

ecco anche la tua panna cotta: buona al cocco, io amo molto il suo sapore. Cocco e melone mi sembra un altro abbinamento da provare SLURP

k ha detto...

cocco e melone è uno dei miei abbinamenti-granita preferiti!!!
Ne tieni una per me?
:*

Dolcetto ha detto...

Sì francesca in effetti non mi è dispiaciuto melone e cocco, anche se, a dir la verità, il sapore di quest'ultimo è talmente forte che copre un po' il melone...
Buon fine settimana, bacioni

em... k... em... ops, è già finita tutta..... la prossima volta però te ne riservo una coppetta tutta per te!! Buon week-end!

Saffron ha detto...

ma lo sai che non ho mai preparato una panna cotta?
credo sia ora di cominciare!!
Baci e buona settimana

Dolcetto ha detto...

Anch'io saffron non l'avevo mai fatta prima, di solito, visto che al mio moroso piace (io non ne vado matta), usavo le buste pronte... però ora mi chiedo perchè mai le usavo, visto che il tempo di realizzazione è lo stesso... Bacioni, buona giornata

Alberto ha detto...

Panna e cocco? interessante..

@Dolcetto: in effetti è capitata anche a me la stessa cosa parlando con un amico chef... solo che lui me l'ha detto con aria schifata "con la busta???"
"Eh, ma non ho mai usato la gelatina.." E mi ha preso in giro per un bel po'.
In effetti....
Al che ieri ho preparato una mousse al melone per la morosa e vi posso dire che
1) non è vero che il tempo è lo stesso (ma c'era di mezzo anche la meringa all'italiana)
2) mi ha chiesto il bis!! :-)

Dolcetto ha detto...

Mha alberto, devo dire che bene o male il tempo di realizzazione per la sola panna cotta non è poi di tanto superiore a quello dei preparati pronti... per lo meno sai cosa ci metti dentro! ;D

Sarina ha detto...

Ciao!!!! è la prima volta che ti scrivo, anche se ho "rubato" un bel po' delle tue ricette che hanno decisamente fatto colpo:-) Stavo cercando una ricetta per la panna cotta, e questa mi sembra l'ideale visto che non contiene solo panna, ma anche latte...solo volevo chiederti un consiglio. La mia mente incasinata non si può limitare a una semplice pannacotta...ma volevo farla ripiena di salsa al lampone...magari riempiendo metà stampo con la pannacotta, facendolo solidificare, poi aggiungendo il coulis di lamponi e infine l'altra metà di composto (preparato in seguito)....secondo te verrà un disastro sformandolo???
Grazie mille per l'aiuto, anche se vedo che gli ultimi commenti di questo post risalgono a due anni fa:-)

Dolcetto ha detto...

Ciao sarina... personalmente eviterei la farcitura... secondo me viene una cosa un po' complicata da realizzare, piuttosto ti conviene fare delle monoporzioni e versarci sopra il coulis. Puoi anche versarlo sulla base dalla formina e poi riempirlo con la panna cotta da mettere in frigorifero.
Se provi comunque la farcitura fammi sapere come viene!

Sarina ha detto...

Ciao!!! Alla fine ho evitato di impazzire e mi sono limitata ad aggiungere allla pannacotta una granella di nocciole e caramello che mi era avanzata quando avevo preparato un semifreddo per il mio fratellone!!!! è venuto buono....anche se è come se la colla di pesce si fosse separata dal resto del composto...è andata a finire tutta in basso, e così ho scoperto che la pannacotta solidifica anche senza gelatina, visto che la parte composta da panna e latte era perfettamente solidificata!!! buonanotte!!!!